Alla ricerca del nuovo Napoli: dopo il 5-0 contro il Liverpool arriva una buona vittoria contro il Borussia Dortmund

Equilibrio. La parola d’ordine per il Napoli dopo la partita contro il Borussia Dortund deve essere necessariamente questa. Gli azzurri di mister Ancelotti non erano da considerare dei brocchi dopo il 5-0 contro il Liverpool e non devono essere considerati fenomeni dopo il 3-1 di San Gallo contro i tedeschi.
Il calcio d’estate ha poco significato per quanto riguarda i risultati e quello che interessa agli allenatori è veder migliorare la condizione dei propri calciatori in vista dell’inizio di stagione. Ancelotti, sicuramente avrà notato grandi miglioramenti fisici dei suoi uomini, i quali si sono fatti schiacciare poche volte dai più in forma calciatori del Borussia Dortmund. E questo è un dato molto importante, poiché i tedeschi tra qualche giorno inizieranno la Bundesliga contro il Lipsia, e si sa una settimana di lavoro in più nelle gambe solitamente si fa sentire. In questo caso, invece, la tenuta fisica del Napoli è stata ottima così come alcune giocate sia individuali che di squadra.
Il primo tempo si apre con un possesso palla continuo del Borussia ma abbastanza inefficace e con qualche errore in fase di ripartenza. Ed è prorpio da uno di questi errori che nasce al settimo minuto il gol di Milik: Hysaj ruba palla e scarica verso l’attaccante polacco che dal limite dell’area fa partire un fendente imprendibile per Burki.
La reazione del Borussia non si fa attendere e Dahoud per poco non pareggia ma la traversa salva Karnezis. Il Dortmund attacca e va più volte vicino al pari, ma a trovare la seconda rete del match è ancora una volta il Napoli dopo un calcio d’angolo battuto perfettamente da Verdi sulla testa di Maksimovic.
Il primo tempo si chiude sul doppio vantaggio per gli azzurri. La ripresa, invece, è un decrescendo di emozioni e di occasioni da gol. Dopo circa 20 minuti dal ritorno in campo, arriva la prima conclusione verso lo specchio di Karnezis: questa volta il portiere greco non può far nulla sul tiro ravvicinato di Philipp che da pochi passi accorcia le distanze.
Con il passare dei minuti il ritmo cala vertigginosamente, sia da una parte che dall’altro. Per provare a smuovere la partita, Ancelotti getta nella mischia alcuni dei titolarissimi come Insigne e Callejon. Proprio lo spagnolo a tempo scaduto trova il 3-1 finale su assist del nuovo acquisto Fabian Ruiz.
Buon test per il Napoli contro una buona squadra. Ma Ancelotti e la societè in questi dieci giorni di avvicinamento al campionato avranno sicuramente tanto da lavoro.

Napoli – Borussia Dortmund 3-1: tabellino
Marcatori: 7′ pt Milik, 29′ pt Maksimovic, 20′ st Philipp, 46 st Callejon
Borussia Dortmund (4-2-3-1): Burki 5,5; Piszczek 6(31′ st Bockhorn), Toprak 5, Diallo 5, Schmelzer 5,5; Sahin 6, Gotze 6; Dahoud 6,5(41′ st Rode s.v.), Pulisic 7, Sancho 6; Philipp 6,5 . Allenatore: Lucien Favre 5
Napoli (4-3-3): Karnezis 6,5; Hysaj 5 (18′ st Hamsik), Chiriches 6,5 (36′ st Fabian Ruiz), Maksimovic 6,5 (22′ st Inglese), Mario Rui 6 (18′ st Luperto); Diawara 7 (22′ st Koulibaly), Rog 6,5, Allan 6 (1′ st Grassi); Verdi 6,5 (18′ st Albiol), Milik 6,5 (18′ st Callejon), Ounas 5,5 (18′ st Insigne). Allenatore: Carlo Ancelotti