Crollo ponte Morandi, i Procuratore: “Non è stata fatalità ma errore umano”

“Non è stata una fatalità, ma un errore umano” a provocare il crollo del ponte a Genova. Cosi’ il procuratore capo di Genova Francesco Cozzi ha risposto ai giornalisti al termine di un sopralluogo nella zona del ponte. La Procura ha aperto un fascicolo per disastro colposo e omicidio plurimo. “Noi dobbiamo rispondere a un asola domanda: perche’ e’ successo? – ha detto il magistrato – Questo e’ il nostro compito e per farlo faremo tutto quello che e’ necessario”. “Siamo l’Italia, siamo un Paese civile, ma quello che e’ accaduto e’ da Paese incivile. Chi lo ha fatto accadere deve pagare fino all’ultimo centesimo. Ci costituiremo parte civile per difendere ancora di piu’ le famiglie delle vittime”. Lo ha detto il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli, ospite stamattina di Non Stop News, su Rtl 102.5.