DAZN che disastro. Servizio inefficiente, la protesta degli utenti: pronta una class action

Parte a rilento l’avventura di Dazn, la nuova piattaforma Perform che, insieme a Sky, si e’ assicurata i diritti tv del campionato di Serie A cominciato oggi. Durante Lazio-Napoli, il primo match italiano della storia di Dazn ad essere trasmesso in diretta streaming, diversi utenti – in base alla rete wifi – hanno registrato soprattutto nel secondo tempo problemi di trasmissione. Molte le proteste sui social di chi lamenta un video improvvisamente nero, immagini che si bloccano, frame che si ripetono, con il risultato finale di uno sfalsamento temporale tra la partita e la diretta Dazn, anche di 3 minuti. Inconvenienti causati da un sovraccarico delle reti internet. Ma anche nel primo tempo le cose non erano andate meglio con immagini sfocate. Sembrava di vedere una tv degli anni Sessanta.
Dazn la vede in maniera diversa e parla di successo anche se così non è stato. La rete ha bocciato sonoramente la piattaforma. “Siamo prontamente intervenuti, risolvendo la situazione nel minor tempo possibile”, sottolinea in una nota Dazn. ”Questo – aggiunge Dazn – e’ stato l’evento live piu’ seguito finora sulla nostra piattaforma a livello internazionale: secondo i dati in nostro possesso stimiamo un significativo aumento dell’audience rispetto a quanto fatto registrare dalla stessa partita nella scorsa stagione. Abbiamo riscontrato un rilevante incremento delle registrazioni e degli accessi nelle ore e nei minuti precedenti al calcio di inizio di Lazio-Napoli, e il traffico sulla piattaforma e’ stato fluido”. Ma gli utenti già si stanno mobilitando creando comitati e annunciano una class action.