La giornata dei mancini, il giorno di chi fa tutto da un’altra prospettiva

Oggi si celebra la giornata internazionale dei mancini. In passato era considerato un segno collegato al diavolo, una “malattia” quasi incurabile. Oggi si sa che è semplicemente una particolarità: quella di essere mancini. La Giornata internazionale dei Mancini è stata istituita ufficialmente nel 1992 dal Lefthanders Club, ed oggi è celebrata in tutto il mondo. Un difetto che nel corso dei secoli si è dimostrato essere un pregio. I più grandi artisti e scienziati mai esistiti (da Albert Einstein a Leonardo da Vinci, da Maradona a Jimi Hendrix) erano infatti mancini. Con la modernizzazione anche i mancini hanno avuto più agi nella vita quotidiana; dalle semplici forbici ai barattoli con apertura ideata apposta per chi fa tutto con la mano sinistra. Inoltre -specialmente nell’ambito sportivo- l’essere mancini è spesso un vantaggio. Soprattutto nella box, lo scherma, il tennis e il baseball. Anche la creatività dei mancini, attraverso degli studi, è stata definita migliore rispetto a quella dei destri. Una particolarità che in fin dei conti ha reso unici coloro che la possiedono.