Napoli, giallo su sparatoria antecedente al ferimento del migrante Cissè

Napoli. L’ipotesi di un avvertimento dei signori del racket degli ambulanti prende sempre più corpo per dare una spiegazione a ferimento dell’ambulante senegalese Cissè Elhadji Diebel, colpito giovedi’ sera da alcuni colpi di pistola esplosi da due individui in sella ad uno scooter in via Milano. Il ferito resta ricoverato nell’ospedale Loreto Mare, in attesa dell’intervento per l’estrazione della pallottola che ha causato la frattura del ginocchio. Resta alta la tensione nella comunità senegalese napoletana, dopo la manifestazione antirazzista di ieri pomeriggio: gli immigrati si sentono presi di mira, e spunta una voce secondo la quale giovedì sera un altro senegalese si sarebbe visto esplodere contro un colpo di pistola, sempre da parte di due sconosciuti in sella a uno scooter, presumibilmente gli stessi autori del raid contro Cissè. Un episodio conclusosi senza conseguenze (la pallottola non avrebbe raggiunto il bersaglio) e che finora non risulta denunciato alla Polizia.