Ponte Morandi, era tutto già previsto. Oggi sarà presentato il piano per la demolizione dell’opera

Con una lettera datata 28 febbraio 2018, il direttore delle manutenzioni di Autostrade, Michele Donferri Mitelli, metteva in guardia il Ministero e il Provveditorato sui rischi per la sicurezza legati al ritardo dell’approvazione del progetto esecutivo di rinforzo di ponte Morandi. In particolare si chiedeva di accelerare l’iter proprio per garantire “l’incremento di sicurezza necessario sul viadotto Polcevera”. E’ quanto si legge in una anticipazione dell’Espresso. Il viadotto è crollato il 14 agosto causando 43 morti. Oggi pomeriggio, alle 16.30, autostrade per l’Italia illustrera’ alle istituzioni genovesi il piano per la demolizione e messa in sicurezza di ponte Morandi, rispettando dunque i tempi chiesti dal commissario per l’emergenza e governatore ligure, Giovanni Toti. Al tavolo e’ atteso anche l’amministratore delegato della societa’, Giovanni Castellucci. Da Autostrade, intanto, sarebbe gia’ arrivata la disponibilita’ ad incontrare Renzo Piano che, martedi’, ha donato alla Regione l’idea di un nuovo viadotto.