Problemi cardiaci, Ivan Strinic costretto a fermarsi

Ivan Strinic durante un normale controllo di routine, una prassi semestrale per chi e’ un atleta professionista in Italia, i medici gli hanno infatti riscontrato una ”iniziale ipertrofia del muscolo cardiaco”. Una condizione rara ed incompatibile con la vita da atleta. La conseguenza e’ lo stop immediato dall’attivita’ agonistica per scongiurare nuove tragedie nel calcio come quelle di Piermario Morosini: non puo’ allenarsi, ne’ scendere in campo con il Milan, squadra in cui e’ approdato in estate a parametro zero dalla Sampdoria. Resta incerto per Strinic il periodo di riposo, al termine del quale il laterale mancino dovra’ sottoporsi ad altri esami per poter ottenere nuovamente l’idoneita’. E pensare che per unirsi il prima possibile alla sua nuova squadra, Strinic si era ridotto drasticamente le vacanze, limitate ad appena 10 giorni, e per questo era stato pubblicamente elogiato da Leonardo. ”Non sono al top – aveva ammesso il croato durante la presentazione – per un problema al tendine, ma conto di esserlo in un paio di settimane”. Ed invece un controllo, svolto prima della trasferta del Milan a Madrid, e la doccia gelata. Il club resta vigile sulle sue condizioni e lo aspetta ma si e’ tutelato con l’acquisto di Laxalt.