Selezioni Miss Italia, figlio del boss in giuria e il commissario si allontana dal tavolo dei giurati

Siede con la giuria il figlio del boss, sfiorato l’incidente diplomatico con i commissari straordinari del Comune. La faccenda si è verificata qualche giorno fa nella villa del Ciaurro, dove era in corso una selezione provinciale di Miss Italia. L’uomo, Vincenzo Polverino, figlio del boss Giuseppe, noto come ‘o Barone, è stato invitato ad sedersi tra la giuria. Proprio lì, dove pochi minuti prima c’era seduto allo stesso tavolo il prefetto Francescopaolo Di
Menna, commissario del comune sciolto per infiltrazioni camorristiche. Polverino, che gestisce da tempo un’attività commerciale nel centro di Marano, aveva sponsorizzato l’evento, come altri suoi colleghi, tenutosi in villa comunale. Il prefetto Di Menna, informato della
presenza di Polverino da un vigile urbano, ha deciso così di abbandonare il tavolo dei giurati e il luogo della kermesse. Inoltre, nella stessa serata, gli organizzatori, a causa di un guasto all’impianto elettrico, avrebbero installato luci e fari sul monumento di epoca romana (Ciaurro) tutelato dalla Soprintendenza.