Torre del Greco. Tuffi dalla motovedetta della Guardia Costiera: è caccia al gruppo

Torre del Greco. Rischiano grosso i giovanissimi che la scorsa notte si è reso protagonista di un gioco azzardato lungo il molo del porto torrese. Un gruppo di ragazzini ha oltrepassato le barriere del porto ed è salito su una motovedetta della guardia costiera usandola come trampolino per i tuffi in acqua mentre un altro riprendeva tutto con il cellulare. Una sfida che è durata un bel po’ di tempo. Il video, postato sui social è diventato subito virale. Purtroppo per loro è finito anche nelle mani degli agenti della Capitaneria di Porto che hanno avviato un’indagine per scoprire chi siano i responsabili. Per loro c’è il rischio di essere denunciati sia per la violazione del divieto di tuffi e balneazione nell’area portuale ma anche la violazione di dimora privata con l’aggravante dell’occupazione abusiva di un mezzo militare. Per un pugno di likes. Non è la prima volta che i giovanissimi si rendono partecipe di attività “estreme”. Tutto questo spesso per condividere sui social il momento e dimostrare a tutti la propria “onnipotenza”. E’ la prima volta che accade una cosa del genere su di un mezzo militare e sul porto di Torre del Greco, mai si era verificato un affronto del genere. “Questo è segno di come è abbandonato il porto – racconta un operatore portuale – da quando non ci sono più i carabinieri sono avvenuti anche numerosi furti a bordo di barche, ci sentiamo abbandonati dallo Stato”