Trema ancora la terra in Indonesia: scossa di magnitudo 6,3 sull’isola di Lombok

Un forte terremoto di magnitudo 6.3 ha scosso l’isola indonesiana di Lombok domenica, spingendo le persone a fuggire nelle strade solo due settimane dopo un terremoto che ha ucciso oltre 460 persone.Il sisma ha avuto l’epicentro a ovest-sudovest della città di Belanting, nella parte orientale dell’isola, secondo l’US Geological Survey, a una profondità relativamente bassa di sette chilometri.I residenti hanno detto che il terremoto è stato sentito fortemente a Lombok Est.Stavo guidando per consegnare gli aiuti agli sfollati quando improvvisamente il palo dell’elettricità stava ondeggiando, ho capito che si trattava di un terremoto. La gente ha iniziato a urlare e piangere, sono corsi tutti in strada”, ha detto ad AFP Agus Salim, residente a Lombok Est La scossa è stata avvertito anche nella capitale dell’isola, Mataram, e nella vicina isola di Bali.Un terremoto che arriva due settimane dopo che un sisma di magnitudo 6.9, il 5 agosto scorso, ha distrutto decine di migliaia di case, moschee e imprese in tutta Lombok.L’Indonesia, un arcipelago di migliaia di isole, si trova sul cosiddetto ‘anello di fuoco’ del Pacifico, dove si scontrano placche tettoniche e si verificano molte delle eruzioni vulcaniche e dei terremoti del mondo. Nel 2004, uno tsunami innescato da un terremoto di magnitudo 9.3 nella costa di Sumatra, nell’Indonesia occidentale, ha ucciso 220mila persone nei Paesi dell’Oceano Indiano, tra cui 168mila in Indonesia.