Casertana, emozioni e sorrisi al Pinto: vittoria in rimonta sul Catanzaro. È 2-1

Riscatto doveva essere e riscatto è stato: la Casertana rimonta sul Catanzaro di Auteri, altra squadra candidata alla promozione diretta in cadetteria, e trova la seconda vittoria in campionato. Gli ospiti approcciano alla gara con maggiore verve, ma la prima vera occasione è di marca Casertana, con la firma di Floro Flores: l’attaccante napoletano supera tutta la difesa ospite con un delizioso sombrero ma spara alto sopra la traversa. I calabresi affidano poi la risposta al colpo di testa di Fischnaller sugli sviluppi di una punizione dove Russo non è preciso con la presa e costringe la difesa agli straordinari. Sono però proprio i giallorossi a trovare il vantaggio con l’euro gol di Maita che scarica un bolide di controbalzo dai 25 metri che si insacca alle spalle di Russo. La reazione dei Falchi è però immediata e sfocia in un penalty conquistato solo qualche giro di lancette più tardi. Alla battuta si presenta Castaldo che riscatta l’errore contro il Bisceglie, siglando il pareggio. In pieno recupero i rossoblu vanno molto vicini al vantaggio con l’involata di Floro Flores che dinnanzi a Golubovic prova lo scavetto, ma l’estremo difensore è attento de impedisce la gioia del Pinto. La ripresa parte molto in sordina rispetto ai primi 45′; la prima fiammata arriva infatti dopo dieci minuti ed è di marca ospite, con Kanoute che chiama in causa Russo, autore di un vero miracolo salva risultato. La Casertana però reagisce e l’affondo è decisivo: triangolo da manuale del calcio tra D’Angelo e Castaldo, col centrocampista che supera il portiere con un pallonetto magnifico che fa esplodere il Pinto, è 2-1. La gara però è infinita e anche il Catanzaro si rigetta in avanti al fine di provare a raddrizzare e sorti della sfida, con Russo che si supera in più di un’occasione. Nell’ultimo quarto d’ora di gioco, cerca di mettersi in luce il subentrato Santoro con un tiro dai venti metri ma è fuori misura. In pieno recupero il Catanzaro sciupa con Iuliano la chance di portare a casa almeno un punto, con il numero otto che spara alto sulla traversa. Trionfa e sorride la Casertana che riscatta le due sconfitte in trasferta contro Rieti e Bisceglie.
CASERTANA (3-5-2): Russo; De Marco, Rainone, Pinna; Romano, D’Angelo, Vacca (76′ Santoro) Cigliano (46′ Mancino, 87′ Ferrara), Zito; Floro Flores (65′ Alfageme), Castaldo. A disposizione: Zivkovic, Adamonis, Ciriello, Matese, Padovan, Ferrara, Chiacchio, Squillante. All.: Gaetano Fontana
CATANZARO: (3-4-3): Golubovic; Celiento, Reggio, Signorini; Statella (83′ Iuliano) Marta, De Risio, Favalli (76′ Repossi); Giannone (62′ Ciccone), Kanoutè (76′ D’Ursi), Fischnaller. A disposizione: Elezaj, Nicoletta, Eklu Shaka, Nikolopulous, Mittica, Figliomeni, Posocco. All.: Gaetano Auteri
MARCATORI: 29′ Maita (Cat), 31′ Castaldo (Cas), 61′ D’Angelo (Cas)
ARBITRO: Simone Scozza di Seregno ASSISTENTI: Di Giacinto – Micaroni
AMMONITI: Rainone (Cas), Celiento (Cat), Mancino (Cas), Russo (Cas), Alfageme (Cas)
RECUPERO: 1’/4′