De Laurentiis: “Mi scuso con i tifosi per la sconfitta ma ci vuole tempo”

Napoli. “Evitiamo processi, siamo sereni anche perché ho sempre detto che le prime partite sarebbero state di assestamento soprattutto per un allenatore che manca dall’Italia da parecchi anni e che ha tanta esperienza”. A dirlo è Aurelio De Laurentiis che è intervenuto a radio Kiss Kiss per scusarsi del crollo della formazione partenopea a Genova contro la Sampdoria. “Quando si cambia è come se si ricominciasse tutto da capo – dice – io mi scuso con i tifosi per la sconfitta, so che loro vogliono sempre vincere, ma io ero stato più realista sin dall’esordio: sapevo che ci sarebbero volute almeno 7/8 partite per avere una squadra. Ancelotti è un signor allenatore, ha bisogno di conoscere i nuovi calciatori come loro hanno bisogno di conoscere lui”. Nessun paragone con il passato: “Si fanno sempre, ma non vanno fatti con le precedenti stagioni: noi abbiamo svoltato, dobbiamo essere lungimiranti con un allenatore che ci dovrà far crescere nel tempo”. Poi un saluto a Ferrero “Sono felice per Ferrero – prosegue De Laurentiis -, mi ha fatto molto meno male perdere con lui che con altri”. Infine un commento sul girone di Champions: “ma il Liverpool non è arrivato in finale di Champions League? Che ci fa in terza fascia?”

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità