Foggia, Grassadonia: “Domani ci sarà da soffrire, ma lo faremo da squadra. Giocheremo a viso aperto e la consapevolezza di poter fare risultato.”

Alla vigilia dell’importante partita contro il Benevento, l’allenatore rossonero Gianluca Grassadonia ha parlato ai microfoni dei media. Il Foggia, dopo la vittoria casalinga contro il Padova che ha scaldato nuovamente gli animi di squadra e tifosi, cercherà di accorciare ulteriormente i punti di penalizzazione ma dovrà farlo contro una delle squadre più attrezzate di questo campionato di Serie B.
“Le condizioni della squadra sono buone. Certamente la vittoria aiuta a smaltire meglio la fatica, ma come saremo noi stanchi lo saranno anche loro.
Quella di domani sarà una partita molto bella contro una squadra forte e organizzata, una partita che non vediamo l’ora di giocare. È importante per entrambe le squadre, il Foggia ci arriva bene.
Giocheremo a viso aperto, spero senza grandi responsabilità ma con il gusto di giocare. Ogni partita va affrontata con la stessa mentalità.
Il Benevento è una squadra molto attrezzata ma a me interessa che la mia squadra mantenga questo spirito e questa voglia di giocare. È fondamentale non sottovalutare gli avversari e affrontarli con personalità. Questa partita si vince sul ritmo, sull’esser corti e aggressivi, bisogna capire poi dove poter far male.
Domani mattina vedremo le varie condizioni e decideremo se cambiare modulo. Ho una squadra forte e non vedo l’ora che saranno tutti al massimo per poter decidere con calma. I giocatori dovranno essere bravi a capire che ci sarà spazio per tutti. Per quanto riguarda Kragl lo valuteremo domani mattina, non si è allenato con noi in questi giorni.
Rizzo non gioca titolare da dicembre dell’anno scorso, l’ho forzato per quel quarto d’ora e lui non si è tirato indietro. È un giocatore molto intelligente ed è abituato ad un certo tipo di gioco.
L’esclusione di Tonucci è stata una scelta tecnica. Per me non ci sono titolari o riserve: se si vuole avere una rosa competitiva bisogna accettare qualche volta una seduta con me in panchina, questo fa parte anche del processo di crescita.
Se ci limitassero a guardare la rosa del Benevento sarebbe riduttivo: è una squadra con qualità importanti, allenata molto bene, pericolosa sulle palle inattive.
Non a caso sono tra i primi in classifica.
Dobbiamo affrontarli con la massima concentrazione ma anche la consapevolezza di poter fare risultato.
Mi aspetto passi in avanti, dobbiamo giocarcela, essere compatti e saper soffrire, perché domani ci sarà da soffrire ma lo faremo da squadra.
Noi speriamo di regalare ai tifosi una giornata importante, siamo sereni ma consapevoli che domani dovremmo correre tanto e farlo con la testa.”