Juventus, la partita contro il Bologna è un allenamento in vista del Napoli: 2-0, si sblocca di Dybala ed è show allo Stadium

La Juventus fa sei su sei, battendo in casa anche il Bologna per 2-0 grazie alle reti di Dybala e Matuidi. Oltre alla solita partita di dominio e senza troppa sofferenza, è arrivato anche il famosissimo bel gioco decantato da tanti addetti ai lavori. La formazione di Max Allegri, in particolare nel primo tempo, ha mostrato un calcio fluido, verticalizzazioni perfette e una furia agonistica fuori dal normale.
I primi 45 minuti di questa sera, infatti, potrebbero essere classificati tra i migliori effettuati negli ultimi anni. Non appena l’arbitro ha fischiato l’inizio del match, i bianconeri hanno aggredito il Bologna senza mai fargli superare la metà campo e le occasioni sono molteplici. La rete arriva a soli 12 minuti di gioco grazie ad una verticalizzazione di Bonucci verso gli attaccanti, la sfera vagante arriva sul destro di Dybala che mette a segno il suo primo gol stagionale. Ma i Felsinei non hanno tempo nemmeno di rimettere la palla in gioco che i padroni di casa sono di nuovo lì nei pressi della porta di Skorupski che nulla può anche sulla conclusione di Matuidi servito da Cristiano Ronaldo. Meno di venti minuti e la Juventus blinda con doppia mandata la pratica bolognese. La rete di passaggi dei bianconeri è fitta e precisa e Ronaldo con una conclusione dal limite dell’area va vicino al 3-0. I tiri verso la porta di Perin, invece, sono pari a zero nella prima frazione.
Nel secondo tempo, per fortuna per il Bologna, la Juventus cala leggermente i ritmi e invece di cercare la terza rete, gestisce al meglio il possesso senza subire praticamente nulla. La prima conclusione della ripresa avviene, infatti, al 60esimo con Cancelo, uno dei migliori in campo, che testa i riflessi del portiere bolognese. L’obiettivo alla fine della partita è uno solo: far segnare ancora Cristiano Ronaldo. Ma per sfortuna o imprecisione il portoghese questa volta non riesce a timbrare il cartellino e a far gioire i suoi tifosi.
Dopo questa sorta di allenamento, il pensiero degli uomini di Allegri va subito al big match di sabato prossimo, sempre allo Stadium, contro il Napoli vincente in casa questa sera per 3-0 contro il Parma. Per definirla partita scudetto è ancora troppo presto, ma sono queste due le squadre più forti del campionato e quasi sicuramente effettuaranno un nuovo testa a testa fino al termine della stagione.