Knockout game, Castellammare. E’ caccia al giovane che ha colpito sei anziani in 24 ore

Castellammare di Stabia. E’ caccia all’autore che nelle ultime ventiquattro ore ha colpito sei anziani mandandoli in ospedale. Gli ultimi casi accertati sono stati registrati ieri sera dalle 18.30 alle 19.30 circa. L’aggressione è avvenuta con le stesse modalità e con molta probabilità si tratta di un’unica persona che sta seminando panico nella zona centrale della città. Un uomo incappucciato e vestito di nero sferra un colpo senza un preciso motivo ad una persona. Generalmente ad essere colpite le persone anziane e sole, tutte le vittime finite all’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia hanno quasi la stessa età e superano di poco i sessanta anni. Pare che si tratti di una nuova tendenza nata negli USA che si è diffusa poi anche in Italia nell’ultimo anno. Parliamo del Knockout game. Un gioco, si fa per dire, con delle semplici e terrificanti regole: “abbattere” ignari passanti con pugni in faccia e riprendere la scenza e per vincere bisogna stendere un passante con un solo fortissimo pugno. A Castellammare di Stabia l’uomo che sta compiendo tali gesti si è anche munito di un tirapugni in ferro. Nella serata di ieri due persone sono state ricoverate per forte trauma cranico, la terza invece se l’è cavata con alcuni punti di sutura. Sul caso stanno indagando i carabinieri della Compagnia di Castellammare di Stabia. Nella serata di ieri i militari si sono recati in ospedale per raccogliere le testimonianze delle vittime, già ieri tutte le pattuglie hanno messo a setaccio la città. I carabinieri e gli agenti di polizia municipale stanno visionando i filmati delle telecamere di videosorveglianza presenti lungo tutta l’area interessata alla ricerca di elementi utili per le indagini. Attenzione e allerta da parte delle forze dell’ordine che si trovano a fronteggiare un caso molto delicato che necessita di essere risolto quanto prima.