La Juventus batte il Sassuolo 2-1 con doppietta di CR7, ma i primi gol del portoghese sono macchiati dallo sputo di Costa

La Juventus fa 4 su 4 battendo per 2-1 il Sassuolo, grazie alla prima doppietta in campionato di Cristiano Ronaldo. Tre punti importanti per i bianconeri ma il gol preso nel finale non sarà stato preso sicuramente bene da Max Allegri, una furia in panchina negli ultimi istanti di gioco. Ultimi istanti di gioco protagonisti anche di un bruttissimo episodio: Douglas Costa sputa in faccia a Di Francesco dopo un battibecco durato alcuni minuti. Un gesto da condannare con più giornate di squalifica ma soprattutto da sanzionare da parte della società.
La partita è stata comunque piacevole, gestita bene da entrambe le squadre nel primo tempo. La Juventus, ovviamente, ha cercato il gol sin da subito con un possesso palla nettamente superiore. Ma contro ha trovato un Sassuolo ben messo in campo da un ottimo allenatore quale De Zerbi. Le occasioni più limpide del primo tempo sono a favore della Juventus, prima con Mandzukic e poi su un quasi autogol di Lirola, bravissimo Consigli ad evitarlo con una grandissima parata. I neroverdi hanno cercato di portarsi in avanti e mettere in difficoltà la retroguardia soprattutto con Berardi e Boateng, in forma come non mai.
Nella ripresa il tema non cambia: possesso palla Juve ma soprattutto far segnare Ronaldo. Doppia missione compiuta, perché dopo un clamoroso svarione difensivo di Ferrari, CR7 trova il primo e attesissimo gol in Serie A. Un tap in facile facile dopo aver tentato in tutti i modi di siglare questa benedetta prima rete. Ma l’appetito vien mangiando e in un contropiede straordinario portato avanti da Emre Can, l’ex Real Madrid con il mancino batte per la seconda il portiere avversario. Dopo il 2-0 è tutto più semplice per la Juventus: Cancelo e il neo entrato Costa fanno il bello e il cattivo sugli esterni e in più occassioni vanno vicini al 3-0. Lo stesso Cristiano ne sbaglia più di uno, alcuni anche semplici per uno come lui. Poi, però, si spegne la luce e del nervosismo di Douglas Costa ne risente tutta la squadra. E infatti proprio in quel frangente, Babacar trova la rete del 1-2 e fa tremare per un attimo tutti i tifosi juventini.
La squadra della Juventus è forte, completo e imprevedibile, ma per la Champions League non basta Ronaldo. Serve qualcosa di diverso e non certamente sputare addosso agli avversari.

Foto: LaPresse