La sfrattano, tenta di lanciarsi dal balcone per due volte: salvata dalla polizia

Battipaglia. Ha tentato di gettarsi dal balcone alla vista degli agenti che di li a poco avrebbero sfrattato l’appartamento. E’ accaduto ieri mattina nei pressi di Viale della Libertà quando, così come riporta l’edizione odierna de “il Mattino”, intorno alle 9, caschi bianchi, polizia e vigili del fuoco si sono recati sul posto per eseguire l’ordinanza di sfratto di una famiglia che occupa abusivamente un alloggio in una palazzina dello Iacp da circa un anno. La famiglia Caputo, pur non essendo assegnataria della casa, ha anche versato una sorta di canone allo Iacp. Si tratta di Pina Orefice, 50enne di Battipaglia che insieme al marito Pasquale Caputo e ai figli vivono in una casa al terzo piano. La donna le ha provate tutte pur di non lasciare casa con ben due tentativi di suicidio, fortunatamente andati a vuoto grazie al tempestivo intervento della polizia. Marito e moglie hanno accusato dei malori, sono stati quindi trasferiti al pronto soccorso. Fortunatamente la loro cartella clinica non desta particolare preoccupazioni. Intanto l’autorità giudiziaria ha lasciato qualche giorno di proroga alla famiglia prima dello sgombero definitivo, saranno anche altre le abitazioni controllate. La ha infatti inviato una nota agli agenti di polizia municipale chiedendo la verifica dello stato di oltre dieci abitazioni di proprietà dello Iacp sparse sul tutto il territorio di Battipaglia. Intanto bisogna capire dove collocare la famiglia Caputo dopo che lascerà definitivamente l’alloggio.


Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità