Napoli, nuova sparatoria in citta. I Verdi: “Salvini è assente”

“Il ministro dell’Interno Matteo Salvini e’ assente, troppo impegnato a fare politica per occuparsi dei problemi reali della sicurezza nelle citta’ italiane soprattutto in alcune aree del paese sotto assedio della criminalita’. Napoli sta vivendo un momento buio; in citta’ si spara costantemente anche senza alcuna ragione. L’ennesima sparatoria di sabato notte, con un giovane ventenne rimasto ferito a piazza Trieste e Trento, dimostra come sia pericoloso uscire anche a poche centinaia di metri tra Prefettura e Questura centrale”. Lo ha dichiarato il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli. “Tra stese, agguati e regolamenti di conti la sicurezza dei cittadini e’ seriamente a rischio. Da mesi con video e denunce avevamo lanciato l’allarme sulla deriva di piazza Trieste e Trento sempre piu’ al centro di stese, violenza e delinquenza ma siamo rimasti inascoltati. Spesso le forze dell’ordine non hanno neanche piu’ la voglia o la forza di fermare questi delinquenti. Non resta che adottare il coprifuoco in alcune zone della citta’ che, evidentemente, sfuggono al controllo delle forze dell’ordine. Piazza Trieste e Trento, parte di Barra, San Giovanni e Ponticelli, Pianura Rione Traiano, Forcella, la Sanita’, zone di Bagnoli, Coroglio fino a intere aree di Pianura, Scampia e Secondigliano sono tutti quartieri dove sparare e’ diventata una triste e pericolosa consuetudine. Non resta che attivare il coprifuoco dopo le 24 in determinati giorni della settimana e in particolare per i minori per salvaguardare l’incolumita’ dei residenti”.