Operata all’anca a 104 anni viene dimessa dopo soli due giorni: “Il segreto? Due birre al giorno”

Un intervento chirurgico è sempre difficile da smaltire. E se hai 104 anni, l’operazione dovrebbe essere ancora più dura. Invece, la storia di una donna tarantina ha dell’incredibile. Dopo solo due giorni dall’intervento in seguito ad una caduta, la nonnina si è ripresa e ha anche svelato il segreto di questa sua forza assurda: la birra. “Mangio di tutto e bevo due birre al giorno”, ha dichiarato la donna.
L’operazione è avvenuta presso l’ospedale SS Annunziata di Taranto dove l’equipe di Ortopedia e Traumatologia diretta dal dottor Lorenzo Scialpi l’ha sottoposta ad un intervento per l’applicazione di una protesi all’anca. Lei, la nonna ultracentenaria, non ha perso tempo e già un paio di giorni dopo si è alzata dal letto. “Voglio tornare a casa – ha detto – ho tanto da fare”.
La paziente ha ricevuto anche la visita del direttore generale dell’Asl, che ha voluto complimentarsi con lei e i medici. «Operare una persona all’età di 104 anni non è un fatto consueto – ha detto – e ancor più straordinario è il fatto che una persona di questa età superi così brillantemente l’intervento tornando a fare una vita normale». Tutti contenti, quindi. A cominciare dalla signora che in ospedale ha dovuto dispensare consigli a destra e a manca a chi le chiedeva come fare per mantenersi in forma. E lei non si è stancata di ripetere: magiare di tutto e bere due birre al giorno».

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità