Roma, la vittoria nel derby ha un’importanza “Capitale”: battuta la Lazio 3-1

E’probabilmente il derby più sentito e fuori da ogni pronostico, il derby di Roma è sempre uno spettacolo. I tre punti vanno, questa volta, ai giallorossi che si impongono sulla Lazio per 3-1 scacciando, forse, definitivamente tutte le paure e le perplessità di inizio stagione.
Prima frazione di gioco molto vivace a Roma, le due squadre hanno giocato 45 minuti ad alta intensità trovando molte occasioni sia da una parte che dall’altra. L’inizio gara è tutta di marca biancoceleste con un buon possesso palla schiacciando nella propria metà campo la Roma. E infatti la prima grande chance è sui piedi di Marusic, bravo a farsi trovare sul secondo palo ma poco fortunato nella conclusione. Pochissimi instanti dopo ci prova anche Immobile con un tiro a volo potente ma deviato in extremis da Santon. Dopo venti minuti di dominio della Lazio, tocca alla Roma creare pericoli dalle parti di Strakosha. Ed è proprio quest’ultimo a sventare due occasioni prima su Dzeko e poi su Pastore. Nel giro di pochissimi giri di lancetta, la formazione allenata da Di Francesco va ancora vicinissima al vantaggio: Florenzi a tu per tu con Strakosha, viene contrastato da Luiz Felipe compiendo un vero e proprio miracolo; successivamente è De Rossi che va ad un passo dal gol dopo una spizzata di Nzonzi. La svolta del primo tempo arriva al minuto 36 quando Pastore viene sostituito per un problema al polpaccio e al suo posto entra in campo Pellegrini. Proprio il neo entrato dopo pochi istanti dal cambio batte il portiere avversario, dopo un’azione confusa in area di rigore, grazie ad un colpo di tacco. E’ la stagione dei gol di tacco per la Roma, dopo le due reti di Pastore ad Atalanta e Frosinone, è toccato oggi a Lorenzo Pellegrini.
La ripresa è divertente quanto il primo tempo se non di più. Dopo una piccola fase di stallo, arriva l’errore di Fazio che avrebbe potuto cambiare la partita: palla letteralmente regalata a Immobile, freddissimo davanti ad Olsen. Il gol della Lazio sembrava aver capovolto le sorti di un derby. Ma dopo appena 5 minuti, un fallo sciocco di Badelj a limite dell’area regala una punizione ad uno specialista come Kolorav. Il serbo sfrutta il malposizionamento di Strakosha e riporta in vantaggio i suoi. Il serbo dopo 60 anni è riuscito a segnare in un derby romano sia con la maglia giallorossa sia con quella biancoceleste. Questo gol ha spezzato le gambe agli uomini di Inzaghi, i quali non riescono mai più ad essere pericolosi dalle parti di Olsen. E a pochi minuti dal 90esimo arriva addirittura il terzo gol della Roma: calcio di punizione battuto splendidamente da Pellegrini(migliore in campo) che pesca in area Fazio bravo a farsi perdonare l’erroraccio sul gol di Immobile.
La Roma si rilancia in classifica, e la vittoria in un derby si sa, galvanizza la squadra e l’ambiente. Ora testa alla sfida di Champions League di martedi.