Salerno. Usano fiamma ossidrica per scassinare bancomat: arrestati 5 napoletani

Tentano di scardinare il bancomat con una fiamma ossidrica all’Istituto Bancario Campano agenzia di San Cipriano Picentino (Salerno), nella frazione di Campignano. Per questo motivo cinque persone dell’hinterland partenopeo di età compresa tra i 26 e 36 anni sono state arrestate dal compartimento della polizia stradale per la Campania e la Basilicata di Napoli per tentato furto aggravato.
Gli indagati sono stati arrestati nella flagranza del reato, ancora con passamontagna e guanti, all’interno dell’Istituto Bancario, ove con una potente fiamma ossidrica stavano tentando di scardinare il bancomat.
L’operazione, scaturita dalle risultanze investigative raccolte dagli inquirenti dopo investigazioni avviate a seguito di eventi criminosi in danno di autotrasportatori e utenti circolanti sulla rete autostradale e vie di grande comunicazione di questa regione, ha permesso di risalire al suddetto sodalizio criminale e ad intervenire con mirata azione di contrasto.