Siracusa-Reggina: finisce 3-3 la sfida al “De Simone”, amaranto eliminati dalla Coppa

Siracusa. In attesa dell’esordio in campionato, Siracusa e Reggina si incontrano per la sfida valida al turno di Coppa Italia Serie C (girone K). Da un lato il duo Raciti-Pagana, dall’altro Cevoli. I padroni di casa scendono in campo con  3-4-1-2 , mentre gli ospiti rispondono con il 4-3-3. La prima occasione è dei padroni di casa al 3′ con Catania che scappa alla difesa reggina ma conclude con un tiro alto sopra la traversa. A passare in vantaggio è però la Reggina al 19′ con il gol di Tulissi su una palla conquistata da Bonetto a centrocampo. Altra occasione per la Reggina al 25′ , quando Gomis su doppia respinta salva il possibile 0-2. Al 34′ Navas sfugge ai difensori avversari venendo poi atterrato in area di rigore, l’arbitro lascia correre. Al 39′ sono nuovamente gli amaranto ad avvicinarsi al raddoppio, Fricano spazza il tiro di Navas rischiando l’autogol. La prima frazione di gioco si chiude con il vantaggio degli amaranto che hanno stra dominato per tutti i 48′. Il secondo tempo riprende con due cambi, per il Siracusa fuori Fricano e dentro Rizzo, per la Reggina dentro Marino al posto di Bonetto. Al 52′ arriva il pareggio del Siracusa con la rete di Diop, complice anche Confente che guarda impassibile la palla entrare in rete. Al 58′ un tiro di Zivkov riavvicina gli amaranto al vantaggio, bravo Gomis a mandare la palla in angolo. Cevoli non si accontenta del pareggio (che di fatto vedrebbe la Reggina eliminata dalla Coppa) e manda in campo Emmausso ed Ungaro al posto di Tulissi e Sandomenico. E’ il Siracusa a passare in vantaggio al 69′ con un gol da centrocampo di Rizzo che nota Confente fuori dai pali. Cevoli tenta il tutto per tutto con l’ingresso di Franchini al posto di Navas. C’è tempo anche per il 3-1, su calcio di punizione sempre di Rizzo. Confente immobile. Al 88′ la Reggina accorcia le distanze con Maritato che si ritrova a tu per tu con Gomis e non sbaglia il tiro. Dopo due minuti la Reggina trova anche il pareggio con Ungaro dopo una respinta poco precisa di Gomis. Dopo quattro minuti di recupero l’arbitro fischia la fine della partita. Siracusa che si qualifica al prossimo turno, Reggina che esce a testa alta.