Bansky e l’opera autodistrutta dopo l’asta, cosa farà l’acquirente? (IL VIDEO)


Come reagireste se durante una mostra, un quadro di grande valore si autodistruggesse davanti ai vostri occhi? Non si tratta di una domanda a caso, anzi acquirenti e non si sono ritrovati proprio in questa situazione. Il quadro Balloon Girl (la ragazza col palloncino) di Bansky, artista inglese, rinomato per la sua street art, si è completamente autodistrutto, dopo essere stato acquistato da un acquirente per 1 milione e 42 mila sterline, a Londra durante l’asta di Sotheby’s, la quale risponde di essere allo scuro di questo “teatrino”. Sul web circola, infatti il video, nel quale si vede il quadro, che mano mano viene tritato. Probabilmente il marchingegno è stato azionato, durante la mostra, dallo stesso Bansky, la cui identità è anonima, Poco dopo, lo stesso ha pubblicato un video su Instagram, nel quale mostra di aver inserito all’interno della cornice un trita documenti. Adesso non resta che chiedersi quale sia stata la reazione dell’acquirente. Intanto arriva la reazione dalla Sotheby’s. “Siamo una casa d’aste quotata: non è pensabile che ci sia stato il minimo accordo con il venditore o l’artista. Eravamo all’oscuro di tutto e non eravamo in alcun modo coinvolti. Questo ci pone in un serio imbarazzo legale, la cosa ci crea problemi” – afferma Claudia Dweck, chairman Contemporary Art, vicepresidente Europa e presidente Italia di Sotheby’s.

Total
0
Shares
Previous Article

Napoli, De Magistris: "Spero che gli attori smettano di far diventare miti i boss nei film"

Next Article

Pompei, Alberto Angela nominato cittadino onorario

Related Posts