Capri. Incendio al Monte Solaro, preso baby piromane: ha 15 anni

Carabinieri. I carabinieri della stazione di Anacapri hanno individuato il responsabile dell’incendio avvenuto domenica nei pressi di Cetrella sul Monte Solaro. Il piromane, un 15enne, ha distrutto uno dei punti più belli dell’isola. Il giovanissimo aveva dato fuoco a un cumulo di foglie secche con un accendino causando l’incendio di circa un ettaro di vegetazione del Monte Solaro, il punto più alto dell’isola di Capri. Per estinguere il rogo del 30 settembre è stato necessario l’intervento di squadre dei Vigili del Fuoco, di 2 elicotteri antincendio, della protezione civile e di volontari. Il giovane, ora individuato dai Carabinieri, ha ammesso di averlo fatto senza alcun motivo ma con il suo comportamento ha rovinato uno dei punti più belli e panoramici dell’isola. Subito dopo l’estinzione del fuoco i Carabinieri della Stazione di Anacapri hanno avviato le indagini e individuato il punto di innesco principale. Subito dopo, analizzando le immagini di sistemi di videosorveglianza e ricostruite le presenze in zona delle ultime ore, anche sono riusciti ad accertare che poco prima 7 giovani erano saliti verso la cima per poi ridiscenderne a distanza di tempo con l’aria inequivocabilmente spaventata. Il 15enne ha confessato ed è indagato per il reato di incendio boschivo.