Inter, Spalletti: “Cercheremo di ripetere il risultato dello scorso anno, ho una rosa ampia e non dipendiamo da nessuno”

Le prime da ex di Keita e de Vrij, il primo può prendere il posto di Nainggolan? “Questa è una riflessione giusta, ci abbiamo già pensato. Prendiamo in considerazione tutti i giocatori che abbiamo”. C’è qualcuno in riserva che ha bisogno di rifiatare? “Si, dobbiamo usare tutta la rosa, è fondamentale non accettare passivamente ciò che di brutto c’è stato nelle ultime partite, i giocatori hanno voglia di reagire e mi hanno dato questo segnale”. Cosa pensa delle dichiarazioni di Steven Zhang? “L’Inter sarà soddisfatta se farà dei risultati importanti, delle vittorie prestigiose, riqualificandosi in Champions”. Su de Vrij: “Lui è facile da analizzare, è una persona incredibile, è un calciatore forte, si allena bene, è serenissimo”. Il ricordo della partita dell’anno scorso? “Una tifoseria in festa che ha raggiunto un obiettivo importante, che ha vinto una gara dalle mille difficoltà all’Olimpico e cercheremo di ripeterci”. La preoccupa l’allerta meteo? “Il dubbio resta per i giornalisti, noi non pensiamo a questo, pensiamo a giocare e a fare la prestazione”. Si aspetta una crescita domani? “Il segnale più importante l’ho ricevuto in allenamento, l’intensità che ho visto è la medicina per curare ogni tipo di difficoltà. Abbiamo una squadra con grandi doti caratteriali e mentali”. Si è sentita l’assenza di Nainggolan contro il Barcellona? “Lui ha le sue qualità, ha un’esperienza importante che può mettere a disposizione, ma abbiamo i calciatori in rosa per sostituire chiunque, non dipendiamo da nessuno. Vogliamo essere un gruppo, una società, dove chiunque deve contribuire al raggiungimento degli obiettivi. Chi l’ha sostituito ha fatto una buonissima partita e ha dato il proprio contributo”. Lautaro Martinez in campo stravolgerebbe gli equilibri della squadra? “Avendo una rosa importante sia quantitativamente che qualitativamente, possiamo variare molto, perché tutti sono a livello da Inter. Lui può giocare con Icardi, ma non deve essere snaturato. Dipende dalla partita, dall’avversario e dai momenti di gioco. L’abbiamo già impiegato e sicuramente lo rifaremo”. Quando rivedremo Nainggolan? “Oggi riprenderà a correre, dovremo valutare la sua reazione in campo e vedere se ha ancora dolore”.