Juve Stabia, male le seconde linee e addio alla Coppa Italia: il Potenza vince 2-1

La Coppa Italia della Juve Stabia finisce troppo presto e con una sconfitta tra le mura amiche ai danni del Potenza: 2-1 per gli che eliminano così le Vespe. La prestazione è stata brutta e per la prima volta in stagione gli uomini di Caserta escono dal campo senza aver offerto uno spettacolo degno di nota. I tanti cambi rispetto alle gare di campionato sono stati decisivi, e adesso non resta che concentrarsi solo sul campionato, a partire già dal derby con la Casertana di domenica prossima.
Primi 45 minuti di gioco tra le due compagini equilibrati, con gli uomini di mister Raffaele a tratti più pericolosi rispetto ai padroni di casa che hanno cercato di gestire il possesso della sfera senza però mai verticalizzare verso El Ouazni o i due esterni d’attacco.
La prima vera occasione del match arriva dopo soli 5 minuti a favore del Potenza: Sales mette al centro un interessante pallone verso Genchi, abbastanza libero di colpire, ma il suo colpo di testa si spegne a lato di Venditti. Ma l’inizio di gara è tutto a favore degli ospiti, i quali trovano il vantaggio al settimo minuto di gioco grazie a Leveque: una punizione dal limite dell’area viene battuta velocemente verso Genchi, bravo a girarsi e a calciare bene verso la porta, Venditti respinge la conclusione ma su di essa si avventa il numero 20 potentino, più lesto di tutti a depositare la palla in rete.
La reazione delle Vespe, seppur minima, c’è stata con una buona conclusione dal limite di Sinani dopo uno scambio stretto con El Ouazni, ma la sua conclusione è troppo centrale e bloccata da Breza. Gli uomini di Caserta tentano attraverso il possesso di aggirare la difesa avversaria, ma i tentativi di avvicinarsi alla porta sono sempre sterili e imprecisi soprattutto per i troppi errori del cervello della squadra, Vicente, che ha sbagliato troppi palloni anche semplici. Se le conclusione della Juve Stabia stentano ad arrivare, il Potenza invece va vicino al raddoppio più volte sempre con il solito Genchi che sia in area di rigore sia dal limite è sempre il più pericoloso dei suoi. L’unica, vera, chance per pareggiare per le Vespe arriva su un calcio di punizione di Di Roberto dal limite dell’area, ma la sua precisa conclusione viene ribattuta sulla linea da un difendente avversario.
La ripresa si apre praticamente allo stesso modo del primo tempo, con il Potenza vicino al gol addirittura con una tripla occasione nella stessa azione: prima con Matera da calcio di punizione mette in difficoltà Venditti che non riesce a trattenere, sulla respinta Genchi non riesce a ribadire in rete merito di un guizzo importante dello stesso Venditti, infine Guaita da buonissima posizione spara alto. Dopo pochi minuti è ancora Genchi ad andare vicino al gol ma l’estremo difensore stabiese questa volta è bravissimo a distendersi e deviare la sfera. Purtroppo per la Juve Stabia, in campo c’è solo il Potenza e meritatamente trova anche il gol del raddoppio con una bellissima azione tutta in verticale: capitan Dettori viene lanciato verso la porta ma altruista serve l’accorrente Panico che da due passi deposita la palla in rete.
Mister Caserta effettua diversi campi e mette in campo l’artiglieria pesante con Mastalli, Melara e Paponi. E’ proprio il giovanissimo centrocampista scuola Milan a trovare il gol dell’1-2 su traversone di Melara. Ma è ormai troppo tardi per le Vespe, la Coppa Italia termina con una prestazione opaca, il Potenza avanza alla fase successiva. Juve Stabia che comunque esce tra gli applausi del suo spettacolare pubblico.

TABELLINO JUVE STABIA-POTENZA 1-2
JUVE STABIA(4-3-3): Venditti; Schiavi, Mezavilla, Dumancic, Ferrazzo(Elia 55′), Viola, Vicente, Castellano(Lionetti 60′), Di Roberto(Mastalli 71′), Sinani(Melara 60′), El Ouazni(Paponi 71′). A disposizione Cotticelli, Stallone, Melara, Canotto, Troest, Elia, Aktoau, Mastalli, Lionetti, Vitiello, Carlini. Allenatore Fabio Caserta
POTENZA(4-3-3): Breza; Sales, Matino, Ramos, Giron, Matera, Piccinni(Di Somma 81′), Dettori(Coppola 74′), Guaita(Panico 59′), Leveque(Strambelli 59′), Genchi(Franca 81′). A disposizione Mazzoleni, Panico, Caiazza, Strambelli, Coccia, Franca, Salvemini, Fanelli, Coppola, Di Somma. Allenatore Giuseppe Raffaele
MARCATORI: Leveque(P) 7′, Panico(P) 71′
AMMONITI: Schiavi(JS), Panico(JS), Giron(JS)
ESPULSI:
ANGOLI: 5-0
RECUPERO: 1’pt-4’st
ARBITRO: Federico Longo; ASSISTENTI: Severino-Perrotti

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità