Juventus, Allegri: “Piatek una vera e propria sorpresa. Gara col Genoa difficile ma ci faremo trovare pronti”

Dopo la pausa per le nazionali, la serie A scende di nuovo in campo. Domani pomeriggio all’Allianz Stadium si sfideranno Juventus e Genoa, partita valida per la nona giornata di campionato. A parlare alla vigilia è stato come sempre Max Allegri che ha introdotto la gara, ha parlato dei singoli e della probabile formazione:
Si comincia parlando della rosa. “Stanno bene, a qualcuno manca un po’ di minutaggio. Spinazzola ha fatto un’amichevole, 58 minuti in settimana. De Sciglio sta bene, anche Douglas Costa. Khedira? Speriamo di riaverlo nella gara di Manchester qui a Torino”.
DYBALA – “Può giocare, devo valutare le condizioni dei centrocampisti. Poi sceglierò gli uomini in attacco. L’unico che riposerà certamente è Chiellini”.
NAZIONALE – Sono contento per come abbia giocato. Si dice sempre che in Italia non ci siano giocatori, che è sempre un disastro. Credo di debba guardare in positivo: gli azzurri hanno fatto bene con l’Ucraina e con la Polonia. Il nuovo corso di Mancini prosegue bene, cerchiamo di vedere le cose in positivo. La priorità è quella di fare. Il nuovo corso azzurro dovrà fare, per il bene del calcio italiano. E quindi sui bambini: dovranno organizzarsi con delle idee, con semplicità per quello che è il gioco del calcio”.
JUVE VS GENOA – “Ultimamente si è vinto qui allo Stadium 1-0. Ora ci giochiamo tanto in campionato: sulla carta, il calendario ci potrebbe permettere di rubare punti. C’è il derby di Milano: la nostra vittoria ci permetterebbe di allungare su una delle due. Dobbiamo rientrare dentro il campionato. La prima partita dopo la sosta è la più pericolosa. Hanno cambiato allenatore. Le partite dopo la sosta sono sempre pericolosa”.
DE SCIGLIO – “Se gioca… gioca a sinistra. Oggi facciamo la rifinitura”.
CORSA SCUDETTO – “Ci sono tre punti tra noi e il Napoli, oltre alla sconfitta maturata qui allo Stadium dai partenopei. Il campionato è noioso? Per noi no, dobbiamo vincere”.
RONALDO – “E’ molto sereno e sta lavorando bene. Il resto sono fatti personali su cui non voglio rispondere. Ha portato grande attenzione e senso di responsabilità, fa gol ed è quello che sa fare meglio”.
PIATEK – E’ una sorpresa, è un catalizzatore di palloni dentro l’area. Juric? Il suo Genoa non sarà molto lontano da quello che allenava, una squadra a tutto campo. Sarà una partita fisica”.
KEAN – “Si sta responsabilizzando. Dopo Mandzukic, è lui il centravanti della squadra”.
DOUGLAS COSTA – “Più facile vederlo a gara in corso. Non ha ancora minuti nelle gambe”.