La Campania avrà due nuovi santi: Vincenzo Romano e Nunzio Sulprizio saranno canonizzati domani

Napoli. Vincenzo Romano e Nunzio Sulprizio: sono i due nuovi santi di Napoli che saranno canonizzati da Papa Francesco nella giornata di domenica in piazza San Pietro. Vincenzo Romano (1751-1831), “Prevete faticatore”, parroco a Torre del Greco, e’ stato un esempio di carità pastorale con la quale ha saputo evangelizzare i fedeli, soprattutto i piu’ giovani. Dopo l’eruzione del Vesuvio del 15 giugno 1794, si dedico’ alla ricostruzione della città e della chiesa. Papa Paolo VI lo additò ai sacerdoti e ai parroci come modello di vita apostolica. I suoi resti mortali vengono venerati nella Basilica di Santa Croce, in Torre del Greco. Il giovane operaio Nunzio Sulprizio é il santo della “normalità”. Nato in provincia di Pescara nel 1817 e morto a Napoli nel 1836 a soli 19 anni, accetto’ il fardello della sofferenza, fisica e morale, che lo colpi’ fin dall’adolescenza, rimettendosi, attraverso la preghiera, nelle mani amorevoli di Cristo. Il suo esempio e’ un invito ad accogliere la volontà di Dio come strada maestra per raggiungere la santità. I resti mortali vengono venerati nella chiesa di San Domenico Soriano a piazza Dante, in Napoli. “La santità – ha scritto il cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo metropolita di Napoli – non e’ un fenomeno di altri tempi, ne’ per pochi eletti”. “Chiunque abbia scelto di seguire Cristo e’ chiamato alla santità – ha concluso – che consiste non nel fare prodigi ma ‘avanzare per la via della fede viva, che accende la speranza e opera per mezzo della carità’”.

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità