Pizzaiolo ucciso a calci e pugni: fermato immigrato

Svolta nelle indagini per l’omicidio a Castiglione di Cervia. Un giovane di origine straniera è stato fermato dai carabinieri per l’omicidio di Rocco Desiante, il pizzaiolo 43enne di Gravina di Puglia (Bari) trovato cadavere nel suo appartamento nel ravennate nella notte tra il 6 e il 7 ottobre: aveva il cranio fracassato. Il fermo è scattato su richiesta dei Pm titolari Alessandro Mancini e Antonio Vincenzo Bartolozzi. Il giovane si trova ora in carcere in attesa di essere interrogato.