Reggina. Sandomenico prende in mano la squadra, Cevoli da applausi

Le pagelle degli amaranto

Confente 6: più sicuro rispetto alle precedenti prestazioni, nell’occasione dell’autogol può fare nulla

Conson 5.5: si ritrova sulla traiettoria della palla lanciata da Mastrippolito in occasione dell’autogol, poteva fare qualcosa in più per evitare l’accaduto

Salandria 7: la migliore prestazione del ragazzo fino ad ora, costruisce azioni importanti e mette a dura prova gli avversari

Zibert 6: la sua esperienza è essenziale per la squadra molto giovane, oggi troppo statico rispetto alle solite prestazioni

Tulissi 6: prima della sostituzione causata dall’infortunio gioca una buona partita, spesso si intestardisce nel tenere troppo palla, penalizzando così la squadra

Sandomenico 7.5: in assoluto il migliore in campo: grinta, cuore e tanto talento. Il calciatore apparso questa sera sembrerebbe essere di un’altra categoria, continuando così potrebbe diventare il nuovo uomo di fiducia della tifoseria reggina

Marino 6: dopo un primo tempo giocato a riflettori spenti, nella seconda frazione prova a dare una carica in più. Ancora non al meglio delle propria forma, si guadagna la sufficienza

Solini 6.5: il suo gol permette agli amaranto di conquistare un gol importante

Ungaro 6.5: artefice del calcio d’angolo che ha permesso agli amaranto di pareggiare la partita, la grinta di questo ragazzo è da prendere come esempio

Matrippolito 5.5: la peggiore prestazione del ragazzino fino ad ora. L’azione dell’autogol è da film horror. Resta la scusante della giovane età (classe 2000)

Kirwan 7: in dubbio fino agli ultimi minuti ma ugualmente schierato in campo da mister Cevoli. Prestazione esemplare, nulla da aggiungere

Cevoli 8: nonostante il momento nero che sta attraversando la società amaranto, il mister è riuscito ad impartire calma e tranquillità al gruppo. Ripagato al meglio dai propri uomini, Cevoli si sta rivelando sempre di più l’arma segreta di questa Reggina.

Fonte foto: Andrea Rosito