Caserta, indagini sulla morte di Mirko, 18enne schiantatosi con la moto

Viaggiava in sella alla moto che aveva sempre voluto, quella che però è stata fatale per la sua vita. Mirko D’Antico aveva compiuto 18 anni a luglio: era nato a Capua, ma la famiglia viveva a Rocchetta e Croce.
Da qualche tempo si era trasferito a Caserta, a casa della fidanzata, visto che aveva trovato lavoro come barista al bar Genovese in piazza Vanvitelli. Questa notte un tragico incidente lo ha portato via ai familiari ed agli amici.
Lo schianto contro una Renault Kangoo sulla strada provinciale 265 a Maddaloni, all’altezza del Bingo. Un impatto fatale. Mirko è morto sul colpo: a nulla sono valsi i tentativi dei soccorritori del 118 che sono arrivati sul posto dopo pochi minuti. E con lui se ne è andato un pezzo di cuore di tanti ragazzi giovani che ora piangono il loro amico.
La sala è stata portata all’istituto di Medicina legale dell’azienda ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta per l’esame autoptico, poi sarà riconsegnata alla famiglia per i funerali. L’automobilista che era alla guida della Renault è indagato per omicidio, ma le analisi a cui è stato sottoposto in ospedale hanno dato tutte esito negativo (non aveva bevuto né aveva assunto droghe). Toccherà ai carabinieri di Maddaloni a cui sono affidate le indagini ricostruire la dinamica esatta e capire se vi fossero margini per evitare questa nuova tragedia.