Casertana, è pareggite acuta: contro la capolista Trapani termina 0-0. I tifosi chiedono l’addio di Fontana

Sfida di cartello al Pinto, dove la Casertana affronta la capolista Trapani. Fontana arriva al test senza Pinna e D’Angelo, squalificati ed in panchina si rivede Antonio Meola. La gara: pronti via e il Trapani suona il primo squillo su calcio di punizione, conquistata per fallo di mano fuori area di Russo, ma la conclusione del capitano granata termina di poco alta sulla traversa. Passano dieci minuti ed è ancora la squadra siciliana a flirtare con il gol: in area di rigore si crea una mischia sugli sviluppi di un corner che premia Mulè il quale manca il bersaglio da zero metri, favorendo la presa di Russo. Stessa sorte capita anche a Nzola qualche minuto più tardi quando un disattento Lorenzini gli lascia spazio per calciare, ma l’ex Carpi sfrutta nel modo peggiore la ghiotta ripartenza. C’è anche la Casertana però in campo ed inizia quindi ad affacciarsi pericolosamente davanti la porta difesa da Doni. Zito serve la sfera in profondità e Padovan, complice anche l’errore di Mulè, tenta di sinistro, ma il portiere è bravo ad opporsi. Risponde il Trapani con il temibile Nzola con una spizzata di testa che si insacca alle spalle di Russo, ma l’arbitro annulla per fallo su Blondett. Nella ripresa è il portiere Dini a regalare la prima chance a Mancino con un errato rilancio, ma l’arbitro ferma il gioco per un fallo di mano del trequartista. Al quarto d’ora il Trapani si rende pericoloso ancora su azione d’angolo, quando un disattento Lorenzini rilancia male favorendo la corrente Dambros, ma la sua conclusione è debole è imprecisa. I rossoblu si rendono ancora pericolosi: Da Silvia sbaglia il passaggio e Castaldo ruba palla, serve a Vacca ma il suo interno è fuori misura. L’ultima occasione della gara la firma Castaldo che tenta con un’incornata, ma il colpo di testa finisce alto. Termina la gara ancora una volta tra i mugugni dei tifosi di casa che invocano un cambio in panchina, al termine del quinto pareggio di fila. Servirà un cambio di passo nelle prossime apparizioni per risalire il vertice della classifica.
TABELLINO:
CASERTANA (4-3-1-2): Russo; Blondett, Rainone, Lorenzini, Zito; Romano, Santoro, Vacca (43 s.t. Alfageme); Mancino (32′ s.t. Cigliano); Castaldo, Padovan (12′ s.t. Floro Flores). A disposizione: Adamonis, De Marco, Meola, Longobardo. All. Gaetano Fontana
TRAPANI (4-3-3): Dini; Juan Ramos, Da Silva, Mulè, Scrugli (33′ s.t. Girasole) Corapi, Taugourdeau, Aloi (15′ s.t. Toscano); Tulli, Nzola (33′ s.t. Evacuo), Dambros (24′ s.t. Golfo). A disposizione: Ingrassia, Kucich, Tolomello, D’Anca, Golfo, Culcasi. All. Vincenzo Italiano
MARCATORI:
ARBITRO: Giovanni Ayroldi di Molfetta ASSISTENTI: Cantafia – Terenzio
AMMONITI: Padovan (C), Zito (C), Da Silva (T)
ESPULSI:
RECUPERO: 1’/3′