Champions League: la Roma dura solo 45′, il Real vince con Bale e Vazquez

Allo stadio “OlimpicoRoma e Real Madrid si giocano una partita decisiva per i primi posti del girone G della Champions League. Davanti a settantamila spettatori, i giallo rossi già sicuri della qualificazione, vogliono riscattarsi dopo la sconfitta contro l’Udinese. Il Real Madrid arriva in Italia con il neo-tecnico Solari in panchina dopo l’esonero di Lopetegui. Di Francesco schiera in campo il 4-2-3-1, titolari Schick ed il giovane Zaniolo. Risponde con il 4-3-3 Solari: in avanti Bale, Llorente e Vazquez. I primi minuti vedono subito protagonista l’arbitro francese Turpin per un fallo di mano non fischiato a favore della Roma, tra le proteste di Kolarov il gioco continua. Al 20′ Di Francesco è costretto ad una sostituzione per l’infortunio occorso al ginocchio di El Shaarawy, al suo posto Kluivert. Nonostante la sorta di turn over messo in atto dalla Roma, sono i giallo rossi a fare la partita. Il Real Madrid rimane chiuso nella propria metà campo. Poche le emozioni per il primo quarto d’ora, il Real punta tutto sulla velocità dei propri attaccanti, chiude bene la difesa italiana. Alla mezz’ora è sempre la Roma ad attaccare, Kolarov divora la rete dell’1-0 lanciando il pallone addosso al portiere avversario, si salva il Real. La partita si sblocca nel secondo tempo con la rete di Bale su errore clamoroso di Fazio che con un retropassaggio favorisce l’attaccante gallese. La Roma nonostante lo svantaggio non abbassa il ritmo e prova a spingere con le corsie esterne, bene Kluivert che non fa rimpiangere El Shaarawy. Al 58′ arriva il raddoppio del Real con Vazquez; sulla sponda di Benzema l’attaccante non sbaglia il tiro decisivo del 2-0. Con la seconda rete subita, la Roma perde la testa e rischia di subire anche il terzo colpo, decisivo Olsen in più di un’occasione. Una sconfitta amara per i giallo rossi che per 45′ minuti hanno dominato, mettendo in difficoltà gli avversari. Una vittoria importantissima per il morale del Real Madrid che ritorna a proiettarsi tra le grandi del torneo.

 

Fonte foto: AS Roma