Contraccettivi gratis agli Under 26, un’altra Regione promuove il provvedimento

Pillole, cerotti, spirali, preservativi e altri tipologie di contraccettivo saranno gratuiti anche in Toscana. La Giunta Regionale ha accolto e votato a favore alla proposta dell’assessore del Partito Democratico Stefania Saccardi in merito all’ “educazione alla salute sessuale e riproduttiva e all’accesso alla contraccezione gratuita”. Dopo Puglia, Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna la Toscana è la quinta regione d’Italia a promuovere l’iniziativa. I spetteranno a tutti i maschietti di età compresa tra i 14 e i 25 anni, alle donne invece tra i 26 e 45 anni con determinati codici di esenzione o che vivono al di sotto di una fascia di reddito e alle donne sotto i 45 anni che decidono di usare anticoncezionali durante una gravidanza o entro i 12 mesi dal parto, oppure dopo un’interruzione di gravidanza o entro i 24 mesi dall’intervento.
I contraccettivi, leggendo la deliberazione di giunta, saranno disponibili nei consultori, negli ambulatori ostetrico-ginecologi delle ASL e in farmacia previa prescrizione medica. Inoltre nei consultori, il cui progetto è anche quello di implementare le strutture, e nei pronto soccorso della Regione saranno garantiti anche i contraccettivi di emergenza, la cosiddetta “pillola del giorno dopo”, erogabile entro le 78 ore dal rapporto a rischio.
“Una decisione che abbiamo fortemente voluto, fondamentale per contrastare malattie sessualmente trasmissibili, evitare gravidanze indesiderate, ridurre il ricorso all’aborto. Ora lavoriamo per potenziare l’ nelle scuole, i consultori e le campagne informative su una sessualità sana e consapevole. – scrive il presidente Enrico Rossi – Con l’obiettivo di raggiungere tutti i giovani nei luoghi di vita e formazione. Per una Toscana dove la salute sessuale è al primo posto”.

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità