Foggia, Grassadonia: “Oggi abbiamo cambiato pelle. Questo è un punto che ci dà fiducia, ora bisogna uscire dalla zona rossa”

La Serie B riparte dopo la pausa per le Nazionali, mentre il Foggia, ospite a La Spezia, torna in campo dopo 22 giorni. Emergenza in difesa ma per la squadra di Grassadonia nessun problema ed è clean sheet per la prima volta in questa stagione. Arriva il quarto pareggio consecutivo ma manca anche un pizzico di fortuna ai rossoneri che vedono sfiorare il vantaggio prima con un palo preso da Chiaretti e poi la traversa di Mazzeo. Al 64’ arriva il doppio giallo per il Capitano Agnelli: lo Spezia prova ad approfittare della superiorità numerica e Bizzarri si fa trovare pronto sui due tiri pericolosi di Bartolomei e Augello. Il Foggia si chiude e protegge l’importante pareggio, finendo la partita sullo 0-0 e conquistando un importante punto per provare a riemergere dai bassifondi, seppur a piccoli passi. Un pareggio che sta leggermente più stretto alla squadra di Marino ma che si avvicina sempre di più alla zona play-off. Nel post partita è poi intervenuto l’allenatore rossonero Gianluca Grassadonia che ha analizzato la prestazione della sua squadra:
“Siamo riusciti a limitare una squadra forte come lo Spezia e abbiamo anche avuto due grandi occasioni, prendendo quel palo e quella traversa, che potevano darci il vantaggio. Non credo che la partita sia stata fatta solo dallo Spezia perché anche noi abbiamo giocato. Loro ci aspettavano dietro per ripartire con la velocità dei loro attaccanti. È stata una partita molto veloce, giocata su un campo scivoloso e avevamo quattro giocatori ammoniti su cinque nelle retrovie. L’espulsione ci stava. Questa è una squadra che può fare qualsiasi modulo. Abbiamo avuto 22 giorni per lavorare su una nostra identità ed oggi abbiamo cambiato pelle. I ragazzi si sono applicati ma sicuramente in futuro si potrà fare anche altro. Adesso bisogna continuare a crescere dal punto di vista della classifica. Questo è sicuramente un punto che ci dà fiducia. È vero che abbiamo perso qualche punto per strada però c’è da dire che senza penalizzazione saremmo in corsa per i play-off. L’importante adesso è uscire il prima possibile dalla zona rossa ma sappiamo bene che qualcosa ci verrà restituito”.