Gli adolescenti parlano di sesso più con i padri, l’analisi della Fondazione Pro

Sono gli adolescenti under 25 quelli che si confrontano piu’ spesso con i propri padri su tematiche legate al sesso. Ben 87% dei ragazzi tra i 16 e i 24 anni. Di essi il 45% afferma di aver trattato l’argomento prima di compiere i 15 anni. Il 42%, invece, tra i 15 e 20 anni. A seguire ci sono gli under 35 che raggiungono quota 86% di cui 30% prima dei 15 anni e il 56% tra i 15 e i 20 anni. I dati sono forniti da una recente ricerca Ipsos per la Fondazione Pro, unica in Italia ad occuparsi esclusivamente di salute e benessere maschile. La ricerca sarà presentata all’Unione Industriali di Napoli il prossimo 19 novembre in occasione della Giornata internazionale per la Salute maschile. A dispetto dei luoghi comuni, dai dati si evince che a parlare maggiormente di Sesso con i padri sono i figli del Sud Italia e delle Isole, anche senza un alto livello di scolarizzazione. Circa una persona su tre (34%) tra coloro che cominciano a parlare di sessualita’ e vita sessuale prima di aver compiuto 15 anni proviene dal Mezzogiorno e ha come titolo di studio la licenza media o elementare. Stando alla ricerca i piu’ disinibiti risultano essere gli under 25. Piu’ della meta’ degli adolescenti (il 54%) sostiene che, superato l’imbarazzo iniziale, in generale si e’ sentito a suo agio nel parlarne con il proprio genitore, mentre il 17% dichiara di non aver provato alcun imbarazzo.

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità