Gragnano. Halloween finisce nel sangue: baby gang ferisce un passante

Gragnano. Finisce nel sangue nella città della pasta la festa di Halloween, fortunatamente le conseguenze non sono state gravissime ma, intanto, si è verificato un accoltellamento in maniera lieve. I protagonisti della vicenda sono un gruppo di ragazzini che stava cercando di festeggiare in maschera Halloween ed un autista di taxi. I ragazzini stavano festeggiando in strada nel peggiore dei modi: ovvero lanciando uova. Una circostanza che ha suscitato polemiche anche sui social cittadini, tra la protesta e l’indignazione degli utenti. L’autista di taxi di Massa Lubrense si è trovato al posto sbagliato al momento sbagliato. Era a via Castellammare per fare ritorno a casa quando i ragazzini hanno preso di mira la sua auto lanciando uova ed arance. L’uomo è sceso e ha cercato di rincorrerli. Ma la baby gang invece di desistere lo ha accerchiato cominciando a colpirlo. Uno ha estratto anche il coltellino e lo ha ferito a una coscia. I teppisti poi si sono dileguati nel buio. Subito sono arrivate alcune persone, che l’hanno accompagnato in chiesa. Sul posto sono arrivati i carabinieri della stazione di Gragnano, guidati dal luogotenente Giovanni Russo, che hanno avviato le indagini. Nel frattempo, il 40enne è stato soccorso dal personale del 118 e trasportato all’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia. Per fortuna, per lui solo qualche punto di sutura, una medicazione e pochi giorni di prognosi, con immediate dimissioni dal pronto soccorso. Ora i carabinieri stanno indagando per risalire all’identità della baby gang.