Il presidente dei Giornalisti della Campania: “Inaccettabili le frasi di Di Maio”

“Frasi gravissime che rientrano in un attacco più generale all’informazione da parte della politica. Frasi violente, ma anche atti concreti che mettono a serio rischio il pluralismo, vera ricchezza del nostro paese”. Così a 9Colonne, il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli, a margine flash mob #GiùLeManiDallInformazione, svoltosi stamani a Napoli, all’ingresso della Prefettura, per protestare contro le offese e gli insulti che il vice premier e ministro Luigi Di Maio, ha riservato ai giornalisti in questi giorni. Un’iniziativa aperta non soltanto ai giornalisti, ma anche a cittadini e associazioni che considerano l’informazione un bene essenziale per la democrazia. “Se il taglio dei fondi all’editoria – prosegue Lucarelli – andrà in porto, saranno colpiti tantissimi giornali locali, che garantiscono un’informazione capillare e si perderanno migliaia di posti di lavoro”. Lucarelli è intervenuto anche sulla richiesta di una procedura di espulsione dall’Odg a danno di Di Maio. “Come prevede la legge – ricorda – ho trasmesso gli atti al consiglio nazionale dell’ordine, che mercoledì prossimo si riunirà per avviare una proceduta nella totale autonomia”.