Juve Stabia, la sfida in coppa Italia con la Fiorentina e il ricordo di Agostino Di Somma: il 28 novembre 2012 verrà ricordato per sempre

Il 28 novembre è una di quelle date che resterà per sempre impresse nella mente dei tifosi della Juve Stabia. Il 28 novembre 2012 le Vespe volarono allo stadio “Artemio Franchi” di Firenze per il quarto turno di Coppa Italia contro la Fiorentina dei vari Cuadrado, Borja Valero, Pizarro e Romulo, giocatori del calibro internazionale. La sfida terminò 2-0 per i Viola nonostante una resistenza stabiese durata quasi un’ora. Ma contro una corazzata del genere l’impresa era davvero impossibile. E se sul campo i gialloblu persero, sugli spalti gli ultras provenienti da Castellammare di Stabia vinsero nettamente contro anche un meteo avverso, un freddo gelido e temperature davvero basse. Duemila tifosi per sostenere una maglia, duemila tifosi tra cui anche un tifoso che tutt’oggi viene ricordato in ogni partita dello Stabia. Si tratta di Agostino Di Somma, un tifoso che aveva sempre seguito la squadra in ogni trasferta ma quella notte perse la vita stroncato da un malore prima del match, lasciando per sempre una moglie e una figlia a soli 31 anni. Dalla festa al Franchi alla tragedia prima del calcio di inizio, il 28 novembre verrà ricordato all’infinito e anche l’attuale allenatore Fabio Caserta, in campo quella sera con la maglia gialloblu, sa quanto il 28 novembre sia importante per la piazza. Agostino vive ancora in Curva Sud e quest’anno si sarebbe divertito sicuramente tantissimo. Vincere il campionato anche per lui sarebbe fantastico.