La Casertana cala il poker alla giovane Paganese, ma la tifoseria invoca ancora l’esonero di Fontana

Un derby per riaccendere entusiasmo tra i tifosi e risalire la china dopo sei pareggi consecutivi. La Casertana si trova di fronte la Paganese quest’oggi al Pinto, club che non naviga nelle zone tranquille della classifica e necessita perciò di punti salvezza. Dopo i rumors della settimana sulla panchina dei rossoblu siede ancora Gaetano Fontana, il quale non potrà contare in questa gara sul capitano Pasquale Rainone per squalifica causa espulsione rimediata a Viterbo, Vacca e Floro Flores infortunati. Di contro De Sanzo deve rinunciare all’esperto Cesaretti, out per pubalgia, Acampora e Punzi alle prese con gli infortuni. Recuperato è convocato invece Alberti. I Falchi mettono subito alle corde la Paganese guadagnando diversi angoli che però non si materializzano. La prima chance ghiottissima la costruiscono però gli Azzurrostellati con Cappiello che recupera palla dopo una punizione calciata corta da Pinna, serve in profondità Parigi ma sciupa davanti a Russo. Sulla falsariga della precedente azione, gli uomini di De Sanzo ne costruiscono una seconda molto simile: Parigi riceve palla sulla destra, prova la conclusione ma Zito respinge; sulla respinta tenta Carotenuto ma la difesa è attenta. Inizia a carburare anche la Casertana e passa in vantaggio con D’Angelo bravo a sfruttare al meglio lo schema da calcio di punizione e battere al volo. Pochi giri di lancette e arriva anche il raddoppio per i padroni di casa. La seconda marcatura porta la firma del beniamino Alfageme che anticipa Tazza e superare Santopadre con un tiro in diagonale. Sul finale la Casertana ha anche l’occasione di mettere il punto esclamativo sulla gara con la strepitosa sforbiciata di Mancino dal limite che chiama il portiere agli straordinari. Nella ripresa sono ancora i rossoblu a fare la gara ed insistere per chiudere i giochi. Il gol della sicurezza arriva dopo appena dieci minuti col tiro al volo del liberissimo De Marco. Appena 120” dopo giunge però il gol ospite con Cappiello che sfrutta al meglio il tiro errato di Parigi per infliggere l’incolpevole Russo. La partita cala poi di ritmo, con i Falchi che preferiscono mantenere il possesso e gli ospiti incapaci di strappare palla. Calano poi anche il poker i padroni di casa con il penalty conquistato da Alfageme e realizzato da Castaldo bravo a spiazzare l’estremo difensore. Il match non regala più particolari emozioni, concludendosi pertanto sul 4-1. Una boccata d’ossigeno importante per la Casertana che ritrova il successo dopo sei turni, ma il risultato ottenuto non ha affatto ricucito il rapporto tra Fontana e il pubblico.
TABELLINO:
CASERTANA (4-3-1-2): Russo; Meola (89′ Lorenzini), Blondett, Pinna, Zito; D’Angelo, Santoro, De Marco (65′ Romano); Mancino; Castaldo, Alfageme. A disposizione: Adamonis, Ciriello, Cigliano, Padovan. All. Gaetano Fontana
PAGANESE (3-5-2): Santopadre; Tazza, Diop, Piana; Carotenuto, Fornito (90′ Gori), Nacci (69′ Sapone), Scarpa, Della Corte (90′ Garofalo); Parigi (90′ Longo), Cappiello (79′ Della Morte) A disposizione: Galli, Cappa, Gaeta, Alberti. All: Fabio De Sanzo
MARCATORI: 24′ D’Angelo (C), 30′ Alfageme (C), 55′ De Marco (C), 57′ Cappiello (P), 82′ Castaldo (C)
ARBITRO: Riccardo Annaloro di Collegno ASSISTENTI: Pappalardo – Cavallina
AMMONITI: Diop (P), Della Corte (P), Zito (C), Romano (C)
ESPULSI:
RECUPERO: 2’/3′
Foto: Scialla