La Roma cala il poker alla Sampdoria: giallorossi da applausi

Tra le mura dell’ “Olimpico” Roma e Sampdoria si giocano la dodicesima giornata del campionato di Serie A. Padroni di casa schierati in campo da Eusebio Di Francesco con 4-2-3-1, Schick unica punta. Marco Gianpaolo risponde con il 4-3-1-2, fase offensiva lasciata a Caprari e Defrel. La Roma parte subito bene, attaccando la metà campo avversaria. La Sampdoria, scesa in campo consapevole della forza dell’avversario, punta tutto sulle ripartenze. A sbloccare il risultato sono i giallorossi al 19′: calcio d’angolo di Pellegrini che trova la testa di Crisante, il tocco decisivo per insaccare il pallone in rete è comunque di J. Jesus. La Sampdoria prova ad attaccare la porta difesa da Olsen ma la prima frazione di gioco rimane ferma sull’1-0. Nel secondo tempo la Roma scende in campo più carica dei primi 45′ ed al 59′ arriva la seconda rete con Schick su assist di Kolarov. Al 72′ arriva anche la rete di El Shaarawy. La Sampdoria riesce ad accorciare il risultato solo al 89′ con il gol di Defrel. Pochi minuti dopo arriva il definitivo 4-1 con la doppietta di El Shaarawy. Una prestazione rabbiosa quella della Roma, Sampdoria troppo spenta per affrontare l’incontro.