“La vittima indossava slip troppo sexy”: 27enne assolto dal reato di stupro. È polemica

Assolto dal reato di stupro perché la vittima indossava slip troppo sexy. È questa la sentenza emessa dal Tribunale di Cork, in Irlanda, nei riguardi di un 27enne che, accusato di molestie sessuali nei confronti di una 17enne, è stato scagionato. Una sentenza che non potrà sicuramente non far rumore. A far discutere sarà anche l’arringa tenuta dall’avvocato della difesa, Elizabeth O’Connell, la quale in aula ha mostrato gli slip che la giovane indossava quella sera: “Guardate il modo in cui era vestita, indossava un perizoma con la parte davanti in pizzo” dichiara il legale.
Diversi sono stati i gesti di solidarietà nei confronti della vittima: sul web sono apparse diverse foto di biancheria pubblicate dalle donne, l’hashtag #ThisIsNotConsent è uno dei più popolari al momento e diverse manifestanti sono scese in piazza per esternare la totale disapprovazione nei riguardi della giuria. La vicenda è approdata addirittura in Parlamento mediante il socialista Ruth Coppinger. Il politico ha mostrato in aula un tanga, dichiarando: “Potrebbe suscitare imbarazzo mostrare un paio di mutande in Parlamento, ma pensate a quanto lo sia di più per una vittima di stupro vederle finire in tribunale”.