Napoli. Rinvenuto cadavere nelle acque adiacenti Castel dell’Ovo

Nelle acque adiacenti Castel dell’Ovo è stato rinvenuto il cadavere di un sub, a Napoli. L’uomo, un 66enne, era impegnato in una battuta di pesca con altri tre amici quando è stato colto molto probabilmente da un malore.
Gli stessi amici di pesca hanno dato l’allarme, ma quando sul posto sono giunti i soccorsi per lui già non c’era più niente da fare. Sul posto, oltre al 118, ci sono vigili del fuoco, carabinieri, sommozzatori e Guardia Costiera.
Due le ipotesi al vaglio degli investigatori: quella del malore fulminante appunto. E quella di una onda grossa che potrebbe aver travolto il sub – presumibilmente già in affanno – spingendolo contro gli scogli e determinandone la morte. Si spiegherebbero così le numerose ecchimosi trovate sul corpo.