Soffoca la moglie con una busta di plastica poi tenta di farla finita: è grave


Un uomo di 47 anni ha ucciso la moglie 42enne soffocandola con una busta di plastica e poi ha tentato di uccidersi tagliandosi le vene. L’episodio è avvenuto quest’oggi a Boissano in provincia di Savona. Ad avvisare i soccorsi e le forze dell’ordine un amico, contattato dall’uomo subito dopo il gesto.
Uccide la moglie e tenta suicidio. Il femminicidio è avvenuto mentre nell’appartamento vi erano i due figli, entrambi minorenni, che dormivano. I due non si sarebbero accorti di nulla. I figli sono stati affidati alla sorella dell’uomo e sono assistiti da uno psicologo. L’uomo e’ stato trovato sanguinante nella cantina dell’abitazione: soccorso dal 118 e’ stato trasportato all’ospedale Santa Corona di Savona. Le sue condizioni di salute sarebbero gravi ma non rischia la vita. “Una tragedia – dice il sindaco Rita Olivari – conosco quel nucleo familiare come una famiglia normale”. “Erano sposati da piu’ di dieci anni, sembravano felici – ha detto il fratello della donna. Avevano discussioni come tutte le coppie ma nessuno poteva pensare che finisse cosi’. Non so proprio cosa pensare. Adesso devo solo pensare ai ragazzi”. Sulla vicenda indagano i carabinieri. Secondo i primi accertamenti nella coppia non ci sarebbero stati precedenti episodi di violenza.

Total
0
Shares
Previous Article

Alessandro Gassmann è cittadino onorario di Napoli, il 17 dicembre la cerimonia

Next Article

Fiume Sarno, l'appello di Tonino Scala ai parlamentari del collegio: "Subito una commissione di inchiesta"

Related Posts