VIDEO. Terremoto dell’Irpinia, 38 anni fa il sisma che cambiò il Sud del Paese

Era domenica sera il 23 novembre del 1980, passate da poco le 19.30 quando una potente scossa di oltre 1 minuto, con ipocentro a circa 12 km di profondità ed epicentro tra i comuni di Teora, Castelnuovo di Conza, e Conza della Campania, colpì un area di 17mila Kmq. Gli effetti del sisma interessarono tre regioni: Campania, Basilicata e Puglia. I danni maggiori li registrò la Regione Campania. Dei 687 comuni colpiti, solo in Campania le città interessate erano 542, 131 invece in Basilicata e 14 in Puglia. Persero la vita 2914 persone, i feriti furono 8848 e gli sfollati oltre 250mila. Le abitazioni distrutte o danneggiate dal sisma oltre le 360mila.


Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità