Abusi in casa Di Maio, al via l’iter per la demolizione

Nei prossimi giorni saranno notificati al padre di Luigi, e a sua sorella gli atti dell’avvio del procedimento per le ordinanze di abbattimento dei manufatti abusivi e per la rimozione dei rifiuti presenti sul terreno a di comproprietà del papà e della zia del vicepremier Luigi.
Nella mattinata di ieri gli atti sono stati consegnati al protocollo generale del comune di Pomigliano d’Arco, città di residenza di Antonio Di Maio, il padre del Ministro del Lavoro e inviati per raccomandata anche al Comune di Loano in provincia di Reggio Emilia, dove vive la sorella dell’uomo. Ora i due avranno una decina di giorni a disposizione per presentare le proprie controdeduzioni al procedimento, scaduti i quali il sindaco del Comune, Felice Di Maiolo, deciderà se emettere o meno l’ordinanza con la quale intima l’abbattimento dei quattro manufatti abusivi e la rimozione dei rifiuti sulle tre piazzole poste sotto sequestro.


Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità