Europa League, impresa dell’Olympiacos: Milan eliminato

Al “Karaiskakis” di Pireo, il Milan si gioca la qualificazione ai sedicesimi di finale dell’Europa League. Una partita studiata molto attentamente da mister Gattuso che schiera il 4-3-3, zona offensiva affidata a Cutrone, Higuain e Castillejo.  A soli tre punti di distanza c’è proprio l’Olympiacos di Mota Vieira Martins che schiera il 4-2-3-1, unica punta Guerrero. La partita inizia subito a giocarsi su alti ritmi, un paio di punizioni pericolose rischiano di fare sbloccare il risultato per entrambe le compagini. Al 14′ con un colpo di testa di Vukovic l’Olympiacos sfiora la rete, il pallone finisce di poco fuori. Il Milan risponde con Cutrone, nulla di pericoloso per J.Sa. La prima frazione di gioco si conclude sullo 0-0. Nella ripresa sono i rosso-neri ad attaccare la metà campo avversaria ma la difesa dell’Olympiacos si chiude bene. A sbloccare il risultato sono i padroni di casa al 60′ con la rete di Cisse, colpo di testa letale del calciatore. La squadra di Gattuso risponde subito con il solito Cutrone, il tiro finisce però fuori. La fortuna non aiuta gli italiani, al 70′ Zapata insacca il pallone nella sua stessa rete portando in doppio svantaggio la propria squadra. La partita inizia ad infiammarsi ed un minuto dopo, il Milan accorcia le distanze proprio con Zapata. Il colombiano insacca il pallone di testa beffando la difesa ed il portiere avversario. All’80’ l’arbitro concede calcio di rigore ai greci per una trattenuta sospetta di Abate su Torosidis. Fortounis non sbaglia e dal dischetto spiazza Reina. Dopo i quattro minuti di recupero, la partita si conclude sul risultato di 3-1. Milan eliminato dall’Europa League e Olympiacos qualificato ai sedicesimi.

Fonte foto: AC Milan