Il Cagliari agguanta la Roma sul finale, suicidio giallorosso nel secondo tempo

Alla “Sardegna Arena” Cagliari e Roma si giocano la seconda partita della 15a giornata del campionato di Serie A. Una partita che introduce i giallorossi ad una settimana difficile con vista agli ottavi di finale di Champions. Il Cagliari d’altro canto non ci sta a perdere una partita così sentita. Maran schiera il 4-3-1-2 con la fasse offensiva affidata a Cerri e Fariasi; Di Francecso risponde con il 4-2-3-1, in avanti spazio a Schick. E’ la Roma a passare subito in vantaggio al 14′ minuto con la rete di Cristante. Cross di Florenzi, tocco di Kluivert e palla in rete insaccata da Bryan Cristante. Il Cagliari prova a rispondere con azioni offensive, ma la Roma fatica poco e nulla in zona difensiva. A quattro minuti dalla fine del primo tempo, arriva anche il raddoppio degli ospiti con Kolarov. Punizione magistrale del calciatore che trova anche la deviazione di Cerri, rendendo ancora tutto piu’ facile. Il Cagliari risponde subito dopo con un tiro molto pericoloso di Cerri, la palla pero’ finisce di poco fuori. La prima frazione di gioco si conclude sul risultato di 0-2. Nella ripresa la Roma abbassa notevolmente i toni, mentre i sardi puntano tutto sul contropiede. Al 67′ Kolarov nella propria area di rigore colpisce il pallone con il braccio e l’arbitro Mazzoleni (dopo aver consultato il VAR) concede solo rimessa laterale per i sardi. Gli ultimi venti minuti vedono protagonista il Cagliari con ottime verticalizzazioni che mettono in difficolta’ la difesa giallorossa. Al 84′ arriva la rete dell’ 1-2 con Ionita su azione di calcio d’angolo, l’ennesima stagionale per gli uomini di Maran. Sul finale in campo c’è solo il Cagliari, confusione totale per la squadra di mister Eusebio Di Francesco. Nei cinque minuti di recupero finali i padroni di casa spingono con tutte le proprie forze nella meta’ campo avversaria, a negare la gioia del pareggio è Olsen che su Faragò realizza un vero e proprio miracolo. Il portiere rimane per terra prendendo tempo e l’arbitro decide di punire con il cartellino rosso Srna e Ceppitelli per presunte proteste. A pochi secondi dal fischio finale, Marco Sau beffa l’intera difesa della Roma e realizza la rete del 2-2. Un pareggio piu’ che meritato per i padroni di casa che nel secondo tempo hanno dimostrato di essere una vera e propria squadra competitiva. Risultato negativo per la Roma che avrà sulla coscienza un secondo tempo pessimo.