La due facce della Reggina infiammano il “Granillo”, dopo 45′ da dimenticare gli amaranto vincono in rimonta

Allo stadio “Granillo” Reggina e Rieti giocano la 14a giornata del campionato di Serie C. La partita inizia subito in salita per gli amaranto, Solini perde di vista Gondo che arriva in area di rigore e viene atterrato dal difensore amaranto. Dal dischetti lo stesso Gondo spiazza Confente e porta il Rieti in vantaggio. La Reggina appare subito sottotono e con poche idee, tra la formazione schierata da Cevoli qualche sorpresa come l’innesto di Redolfi e Seminara, rimane in panchina capitan Conson. Al 20′ arriva anche il raddoppio del Rieti, ma il guardalinee alza la bandierina chiamando il fuorigioco. C’è tempo anche per il secondo gol annullato al Rieti per un altro fuorigioco, sei minuti dopo il primo gli ospiti sembrano giocare in casa. Reggina non pervenuta. Gli amaranto chiudono in attacco la prima frazione di gioco, ma il reparto offensivo della squadra casalinga sembra già avere i 90′ nelle gambe. Nel secondo tempo Cevoli corre subito ai ripari mandando in campo Alessio Viola al posto di un Emmausso non pervenuto. La situazione non cambia ed il Rieti rischia di raddoppiare al 53′ con un pallonetto finito alto sopra la traversa. Cevoli effettua la seconda sostituzione mandando in campo prima Mastrippolito al posto di Seminara e dopo Tassi e Marino per Franchini e Petermann. Il raddoppio del Rieti arriva al 62′ con il subentrato  Cericola. Subissata di fischi la squadra amaranto con l’intero “Granillo” che inneggia il coro “andate a lavorare”. Arriva la terza rete del Rieti, ma anche questa volta Gondo si rivela oltre la linea del fuorigioco. Al 73′ la Reggina accorcia le distanze con la rete di Sandomenico, il calciatore beffa la difesa avversaria e manda la palla in rete.  Al 75′ arriva il pareggio con la rete di Tassi che fa tirare un sospiro di sollievo al “Granillo”. L’ultimo quarto d’ora vede l’intero stadio trasformarsi in una bolgia, con la squadra amaranto che sembrerebbe essere scesa in campo solo a metà del secondo tempo. Al 78′ Viola fa tremare la traversa con un tiro da fuori area, vicinissimi al gol del 3-2 gli amaranto. Gli animi iniziano ad accendersi quando i calciatori del Rieti temporeggiano. Recupero abbondante sul finale. A cinque minuti dal fischio finale, Sandomenico si trova a tu per tu con il portiere avversario, ma il calciatore lancia la palla addosso al portiere sprecando così un’altra clamorosa occasione. Dopo sei minuti di recupero al 96′ arriva la rete del 3-2 con Ungaro. Esplode il Granillo ed i tre punti vanno in mano agli amaranto. Rieti che torna a casa con il rammarico.