Mafia, colpita la “nuova cupola”: presi in 46

Mafia, colpito la nuova ‘cupola’ di Cosa Nostra: 46 fermi. E’ in corso una maxioperazione antimafia coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Palermo che ha disposto un fermo di indiziato di delitto, eseguito dai Carabinieri del Comando provinciale di Palermo, nei confronti di 46 persone ritenute a vario titolo responsabili di associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsioni consumate e tentate, con l’aggravante di avere favorito l’associazione mafiosa, fittizia intestazione di beni aggravata, porto abusivo di armi comuni da sparo, danneggiamento a mezzo incendio, concorso esterno in associazione mafiosa. Arrestato il “nuovo capo della Commissione provinciale, Settimo Mineo, capo del mandamento di Pagliarelli”, dicono gli investigatori. Settimino Mineo, 80 anni, ufficialmente gioielliere, un “curriculum” mafioso di decenni, e’ il nuovo capo di Cosa nostra: emerge dall’inchiesta della dda di Palermo che ha portato al fermo oggi 46 persone. Dopo la morte del boss Toto’ Riina, sarebbe stato designato al vertice della commissione provinciale che da anni ormai aveva smesso di riunirsi, segno che i clan avevano scelto di tornare alla struttura unitaria di un tempo. Gia’ condannato a 5 anni al maxi processo istruito da Giovanni Falcone, fu riarrestato 12 anni fa per poi tornare in liberta’ dopo una condanna a 11 anni.